Regione Veneto

"Diploma alla Memoria " per i caduti della Grande Guerra

Pubblicata il 20/02/2018

Alla luce della sospensione dell’iniziativa promossa dalla Regione Friuli Venezia Giulia che prevedeva la consegna ai famigliari dei caduti di una “Medaglia Ricordo”, la Federazione  provinciale dell’ASSOCIAZIONE NAZIONALE COMBATTENTI E REDUCI ha ritenuto di venire incontro alle legittime richieste dei soci e valorizzare il prezioso lavoro finora svolto dalle sezioni territoriali con la consegna di un “Diploma alla Memoria” che rappresenta un riconoscimento simbolico per quanti hanno avuto un proprio congiunto tra i soldati morti nella carneficina della Prima Guerra Mondiale. L’Amministrazione comunale e la sezione di Maserà dell’Associazione Nazionale Combattenti e Reduci si sono attivati infatti per individuare almeno un famigliare, degli 83 caduti, al quale andrà consegnato un “Diploma alla Memoria”  nel mese di novembre 2018 a Maserà di Padova.
            L’ANCR (Associazione Nazionale Combattenti e Reduci) organizza pertanto il 17 marzo 2018 un viaggio per visitare il Sacrario di Redipuglia (Gorizia) e ritirare i diplomi destinati ai caduti di Maserà di Padova. Per chi volesse partecipare può contattare il Sig. Armido Fabian al n. 340 6090448 o via mail armfabian@yahoo.it . Questa sarà un'occasione unica anche per sviluppare tra i diretti coinvolti nell'evento la motivazione a visitare i luoghi di combattimento dei propri bisnonni o nonni e quindi a conoscere il territorio e l'offerta culturale del Friuli Venezia Giulia.
            Invitiamo infine quindi chiunque fosse a conoscenza della propria parentela, oppure fosse in grado di fornire informazioni storiche o documenti su uno o più caduti, di contattare il Sig. Giovanni Bissacco c/o Biblioteca comunale al numero 049 8864161 o via mail biblioteca@comune.masera.pd.it.

IL PRESIDENTE ANRC - SEZ. MASERA’ DI PADOVA                               Armido Fabian
L'ASSESSSORE ALL’ASSOCIAZIONISMO - VICESINDACO                     Gabriele Volponi                     


Facebook Google+ Twitter
torna all'inizio del contenuto